Lingua: enitesdefrruzh-hantkopl

HOTEL SHIP SUPPLYING
MANUFACTURERS CONSORTIUM

Pentole In Rame: Caratteristiche e Pulizia

Pentole In rame

Cucinare in modo sano è fondamentale ma per poterlo fare nel modo corretto è molto importante saper scegliere la pentola giusta. Erroneamente a quanti molti pensano, per poter preparare una pietanza sana non è sufficiente solamente eliminare i grassi ma occorre altresì scegliere la giusta casseruola.

Secondo alcune ricerche è stato appurato che il rame è il migliore tra i metalli utilizzati in cucina. E’ apprezzato non solo dai grandi chef e gourmet ma anche da moltissime casalinghe per via della conduzione uniforme del calore e dell’ottima qualità del materiale in sé.

Grazie alla conducibilità termica elevata del rame consente alla pentola una grande diffusione del calore con una temperatura uniforme su tutta quanta la superficie.
L’unico inconveniente che potrebbe sussistere è la produzione di ossido di rame sulla superficie poiché stando a contatto con l’ aria si manifesta il cosiddetto “verderame”, una sostanza tossica che a contatto con il cibo potrebbe arrecare disagi non di poco conto.
Tuttavia è stato pensato di combinare altri materiali in modo da non arrecare nessun danno.
Le pentole in rame di buona qualità sono rivestite all’interno da una patina di stagno oppure da una sottile lastra di acciaio inossidabile.

Le pentole in rame stagnato possono tuttavia, perdere con il passare del tempo parte dello strato di rivestimento quindi a tale riguardo basta semplicemente far rinnovare la stagnatura e il gioco è fatto.
Essendo che lo stagno è facilmente usurabile, è consigliabile dunque, per mantenere intatta la pentola per moltissimo tempo, evitare mestoli e utensili di metallo e preferire quelli di legno.
In aggiunta è fondamentale non lavare la pentola con sostanze abrasive o lana di acciaio in modo tale da non graffiarla. Se ci fosse sporco forte in questo caso è bene lasciarla in ammollo per qualche ora.

Pentole in Rame: Perchè preferire il rame al posto degli altri materiali?

I motivi possono essere diversi. Vediamoli insieme:
• uniformità della cottura e del calore
• gli alimenti si cuociono in modo perfetto
• un sugo di lunga cottura non si attacca
• il materiale è durevole nel tempo mantenendo intatte le sue caratteristiche
• dona un tocco di eleganza e raffinatezza soprattutto per l’utilizzo per il servizio in tavola
• consente di cuocere anche a fiamma bassa impedendo che gli alimenti si brucino

Come pulire le pentole in rame nel modo corretto?

Molti credono che per poter pulire i tegami in rame sia un’impresa ardua, ma non è così. L’industria chimica ci è venuta incontro proponendo prodotti appositi per la pulizia. In commercio infatti è possibile trovarne moltissimi, per scegliere quello giusto rivolgersi al personale addetto.
Tuttavia Il sistema migliore è quello della nonna, ovvero lavarle con acqua e sapone per poi brillantarle con aceto, farina gialla e sale grosso.

Utilizzando questo sistema il risultato sarà più che soddisfacente perché la pentola durerà più a lungo. Naturalmente non è da sottovalutare l’aspetto economico, in quanto questa metodologia permetterà di risparmiare qualche soldo in più, dal momento che si evita di acquistare prodotti chimici costosi.

Per quanto riguarda invece il lavaggio in lavastoviglie, non provoca alcun danno alla pentola, l’unico inconveniente che potrebbe manifestarsi è lo strato di stagno che potrebbe andar via molto velocemente. Ma se questo non è un problema, allora è possibile lavarle tranquillamente in lavastoviglie.

Indietro