Lingua: enitesdefrruzh-hantkopl

HOTEL SHIP SUPPLYING
MANUFACTURERS CONSORTIUM

Pentole Antiaderenti

Pentole Antiaderenti

Le pentole antiaderenti sono un utile strumento per cucinare in modo completamente sano, eliminando le calorie grazie alla possibilità di evitare durante la cottura olio e grassi vari.
Le pentole con rivestimento antiaderente possono essere riscaldate a temperature fino a 260° senza danneggiare il rivestimento in sé.

L’impiego di pentole, padelle e tegami antiaderenti comporta i seguenti vantaggi:

  • il cibo non si attacca al fondo
  • è possibile cucinare senza olio e senza grassi
  • i valori nutritivi degli alimenti vengono conservati
  • permette di cuocere in modo rapido e uniforme risparmiando energia

Tuttavia per poterle conservare a lungo termine in condizioni perfette è necessario prendere in considerazione alcuni piccoli accorgimenti.

Come mantenere le pentole antiaderenti in perfetto stato

Una volta che la pentola è stata messa sul fuoco si rivela fondamentale non surriscaldarla. In altri termini è bene non lasciarla sul fuoco a vuoto, ma è necessario versare una goccia di olio sul fondo in modo tale da verificare la temperatura.
Quando sfrigola, allora vuol dire che è stata raggiunta la giusta temperatura e in questo caso è possibile cucinare gli alimenti desiderati.

Un’altra piccola accortezza da tenere in considerazione è la seguente: è preferibile non tenere le padelle antiaderenti vuote sulle piastre a induzione, questo perché potrebbe comprometterne la qualità. Il surriscaldamento infatti può alterare il colore e il rivestimento in sé, riducendo così l’effetto antiaderente.
E ancora, per evitare graffi sulla superficie antiaderente è importante mescolare i cibi con cucchiai di legno o plastica. Evitare invece tutti quegli utensili appuntiti di metallo.

Una volta che è stata utilizzata la pentola è bene lavarla con acqua calda e qualche goccia di detersivo. Evitare di utilizzare la spugnetta abrasiva perché si rischia di coprometterne il rivestimento antiaderente, piuttosto prediligere la spazzola in nylon.

E’ da evitare anche la lavastoviglie. Infatti è stato appurato che introducendo l’oggetto in questione nella lavastoviglie potrebbe comprometterne le caratteristiche qualitative del rivestimento antiaderente.

Naturalmente le pentole antiaderenti non sono tutte uguali, poiché per valutare la qualità delle stesse bisogna tenere in considerazione alcuni fattori, ovvero:

  • spessore
  • numero di strati della pentola

Ovviamente più la pentola possiede vari strati più la qualità risulta elevata.

 

Indietro