Batteria di pentole: 5 consigli per scegliere meglio | Nuova HSSC
Lingua: enitesdefrruzh-hantkopl

HOTEL SHIP SUPPLYING
MANUFACTURERS CONSORTIUM

Batteria Di Pentole : 5 consigli per scegliere

Batteria di pentole

Scegliere una batteria di pentole può sembrare facile, ma in realtà non lo è affatto perché bisogna tenere in considerazione diversi fattori. Primo fra tutti la capacità dei recipienti.
La capienza e la forma di una pentola dipendono principalmente dall’uso che se ne vuole fare.
In commercio dunque, esistono pentole per bollire l’acqua della pasta, e si presentano alte e larghe, pentole per il sugo, basse e profonde al contempo stesso, padelle per friggere tonde e piatte e così via…

Ogni pentola ha una sua dimensione, e quindi una misura diversa rispetto ad un’altra, per cui avremo pentole e pentolini, padelle e padelline ecc..

Un altro fattore da tenere in considerazione quando si sceglie una batteria di pentole è la scelta del materiale. Ebbene si, scegliere il giusto materiale si rivela cruciale al fine di cucinare in modo sano ed equilibrato.
Ma i materiali presenti sono tantissimi e tutti si presentano con caratteristiche diverse. Quelli che sono maggiormente da preferire sono quelli che distribuiscono in modo uniforme il calore. Un esempio? Eccolo: i rivestimenti in Teflon e quelli in ceramica possono rivelarsi una buona soluzione. Naturalmente questo tipo di rivestimento non deve essere mai messo sul fuoco a vuoto, il materiale polimerico si potrebbe danneggiare e di conseguenza potrebbe liberare delle sostanze tossiche, nocive per la salute stessa.
Questo tipo di pentole ha bisogno di molta cura, ad esempio, non bisogna mai utilizzare degli utensili di acciaio o altri materiali appuntiti metallici per mescolare i cibi, questo per evitare di graffiare la base, stessa cosa per le spugnette abrasive.

Naturalmente esistono anche moltissimi altri materiali, come ad esempio:

  • alluminio: si tratta di un materiale leggero ma è un ottimo conduttore termico. Non si ossida e non si arrugginisce, anche se a volte può accadere che reagisce chimicamente con alcuni alimenti portando all’ossidazione del materiale stesso. L’alluminio è spesso usato per le teglie da forno, per pentole per dolci, per piatti da crostata
  • acciaio inossidabile: ad oggi è il materiale più utilizzato per tutti gli utensili da cucina. Sono in molti a preferirlo grazie alla sua alta resistenza alla corrosione. Inoltre non si graffia facilmente, e non reagisce chimicamente con alcuni alimenti.
  • ghisa: non è un buon conduttore termico poiché impiega molto tempo a riscaldarsi. Ma una volta raggiunta la temperatura ottimale, esso si rivela molto efficace per cuocere cibi ad alte temperature. Un piccolo svantaggio: la ghisa arrugginisce molto facilmente
  • altri materiali: quelle in vetro pyrex resistono molto bene alle alte temperature in forno, quelle in terracotta mantengono bene i sapori e quelle in vetro – ceramica uniscono entrambe le qualità appena menzionate.

Come scegliere una buona batteria di pentole:  5 Consigli per non sbagliare

  1. Scegliere i materiali in base ai propri bisogni è essenziale: la maggior parte delle pentole è caratterizzata da pentole antiaderenti oppure non rivestite.
  2. E’ bene considerare oltretutto la comodità dei manici e l’equilibrio. Prima di acquistare delle pentole è bene assicurarsi che gli attacchi dei manici siano robusti e ben saldi.
  3. Controllare anche il calore che ogni pentola potrebbe accumulare per evitare di scottarsi.
  4. Controllare altresì le modalità di lavaggio, anche in lavastoviglie, leggere le istruzioni riportate all’interno della confezione.
  5. Se la cucina è piccola in questo caso è bene scegliere una batteria di pentole impilabili che occupi poco spazio. Un addetto ai lavori saprà consigliare sulla giusta scelta.

 

:

Indietro